TORINO

Rom e Sinti, un monumento alla memoria rimossa: un successo

Nella giornata del 4 ottobre abbiamo avuto modo di partecipare al Convegno Internazionale “Samudaripen, il genocidio dimenticato di Rom e Sinti” tenutosi alle ore 10.00 presso l’Auditorium Università “G. D’Annunzio”. Mentre la sera, nel Teatro “Fedele Fenaroli” abbiamo assistito alla Solenne Cerimonia di Premiazione del 25° Concorso Artistico Internazionale Amico Rom.

 Ma il giorno più importante è stato il 5 ottobre: è stato inaugurato presso il Parco delle Memorie il monumento al Samudaripen dei Rom e Sinti realizzato dallo scultore Tonino Santeusanio e sono intervenuti Moni Ovadia, Gad Lerner e Luigi Manconi. Ci teniamo a ribadire che questo è il primo monumento per il genocidio del popolo Rom e Sinti in Italia e per questo l’iniziativa è stata un’occasione unica nel suo genere.

Come Movimento ”Rom e Non Rom: Insieme si può” abbiamo portato il nostro contributo, felici di far parte di una giornata così importante. Abbiamo così accolto l’iniziativa e ci auguriamo di poterne promuovere delle altre e di uguale successo, affinché la storia non venga dimenticata, ignorata o nascosta. E affinché, riaffiorando, possa incidere sul presente e sulla nostra comunità.


WORKSHOP TORINO

00torino

EVENTO 8 APRILE 2018


SPORTELLO CAVAGNOLO 7

SPORTELLO CAVAGNOLO 7

torino