eventi

Convegno conclusivo del progetto ” Movimento Rom e non Rom: Insieme si può”

Mercoledì 5 dicembre si è svolto il convegno conclusivo del progetto ” Movimento Rom e non Rom: Insieme si può” presso la sede dell’Unar nella Sala Polifunzionale presso la Presidenza del Consiglio dei ministri. Il convegno, iniziato alle ore 15.00 e terminato alle 18.00, ha visto intervenire i coordinatori territoriali del progetto da Isernia, Roma, Pavia e Torino: Concetta Sarachella, Saska Jovanovic, Giorgio Bezzecchi e Vojslav Stojanovic. Presente anche un rappresentante dell’Unar in apertura del convegno e alcuni rappresentanti partner del progetto a Roma che sono intervenuti dopo l’intervento dei coordinatori territoriali. Al Convegno hanno partecipato cinquanta persone, fra cui anche alcuni ospiti internazionali come Stefan Simoncic, presidente di Epeka, associazione Rom slovena.

Ogni intervento ha raccontato qualcosa della città coinvolta. E così Roma è stata raccontata da più voci che da anni vivono Tor Sapienza, quartiere periferico di Roma Est, raccontata attraverso le voci di Nicola Marcucci, Carlo Gori e Nicola Caravaggio.
A parlare di Pavia si sono dedicati Giorgio Bezzecchi, coordinatore del progetto, e Giulia Pogliani Pesando, tirocinante che ha seguito il progetto nelle varie fasi: entrambi hanno illustrato la situazione della comunità Sinta di Pavia e i metodi utilizzati per mediare e creare una rete. Da Isernia Concetta Sarachella, coordinatrice, e Sara Ferri, presidente della Cooperativa Il Geco, hanno parlato dell’importanza dell’ascolto e del dialogo come primo fattore di coesione sociale. Infine Vojislav Stojanovic ha illustrato le iniziative portate avanti a Torino.

Il Convegno segna la conclusione di questo progetto, ma di certo non la fine della rete del “Movimento Rom e non Rom: Insieme si può”. A nome di Romni Onlus e di tutte le altre associazioni vogliamo dire che ci impegneremo sul territorio per continuare a creare legami, coesione ed inclusione nella nostra società.

Gallery

0