eventi
Aspettando la giornata mondiale contro la violenza sulle donne, abbiamo deciso di partecipare anche noi al corteo organizzato da “Non una di meno” che si è tenuto sabato 24 a Roma. Noi, come Romni Onlus e come partner del progetto “Marry When You Are Ready”, crediamo che la lotta delle donne sia un fattore fondamentale per un miglioramento reale della società.
C’è bisogno di emancipazione e valorizzazione della donna, autodeterminazione e consapevolezza delle differenze. Noi come Romni Onlus e Rowni Italia lo ribadiamo: siamo donne, siamo Rom e lotteremo sempre per una parità che sia non solo formale, ma sostanziale.
eventi

Nella giornata del 19 novembre, l’associazione Romni Onlus ha partecipato alla Conferenza stampa “Roma non è solo il Colosseo” organizzata dal Coordinamento Uniti per la Cervelletta presso le sale del Campidoglio.

Questa è stata l’occasione per rinforzare i legami con le associazioni che lavorano nel territorio di Roma Est e per far parte, ancora una volta, della stessa lotta. Anche noi abbiamo portato il nostro sostegno al Casale della Cervelletta, luogo del cuore storico che anche noi vogliamo salvare. Un importante bene comune che a causa di cattive politiche è abbandonato e rischia di finire nelle mani sbagliate.

Noi, come ”Movimento Rom e Non Rom : Insieme si può ”, sappiamo quanto sia importante una corretta gestione del territorio per far sì che l’integrazione e la coesione sociale della popolazione cresca. E per questo sosteniamo questa battaglia.

eventi

Romni Onlus ha partecipato ad un importante incontro internazionale per la comunità Rom, Sinti e Caminanti. Si tratta del meet up promosso da ERIO (European Roma Information Office).

ERIO, da anni attivo contro la discriminazione Rom e impegnato a diffondere una cultura del rispetto e della conoscenza di questa comunità, ha voluto promuovere due giorni di confronto per giungere insieme (noi con le istituzioni europee) alla risoluzione di alcune tematiche importanti, quali il diritto all’abitare e il diritto alla salute: il 13 novembre, presso la sede ERIO, si è avuto un incontro internazionale fra tutte le associazioni Rom di Europa; il 14 novembre, invece, si sono tenuti due workshop sulle tematiche dell’abitare e della sanità presso il Centro per le Pari Opportunità e l’Opposizione al razzismo di Bruxelles, alla presenza di rappresentanti UE.

 

eventi

Rom e Sinti, un monumento alla memoria rimossa: un successo

Nella giornata del 4 ottobre abbiamo avuto modo di partecipare al Convegno Internazionale “Samudaripen, il genocidio dimenticato di Rom e Sinti” tenutosi alle ore 10.00 presso l’Auditorium Università “G. D’Annunzio”. Mentre la sera, nel Teatro “Fedele Fenaroli” abbiamo assistito alla Solenne Cerimonia di Premiazione del 25° Concorso Artistico Internazionale Amico Rom.

 Ma il giorno più importante è stato il 5 ottobre: è stato inaugurato presso il Parco delle Memorie il monumento al Samudaripen dei Rom e Sinti realizzato dallo scultore Tonino Santeusanio e sono intervenuti Moni Ovadia, Gad Lerner e Luigi Manconi. Ci teniamo a ribadire che questo è il primo monumento per il genocidio del popolo Rom e Sinti in Italia e per questo l’iniziativa è stata un’occasione unica nel suo genere.

Noi, come Movimento ”Rom e Non Rom: Insieme si può”abbiamo portato il nostro contributo, felici di far parte di una giornata così importante. Abbiamo così accolto l’iniziativa e ci auguriamo di poterne promuovere delle altre e di uguale successo, affinché la storia non venga dimenticata, ignorata o nascosta. E affinché, riaffiorando, possa incidere sul presente e sulla nostra comunità.

eventi

Teatro Caos a Casal Boccone

Il 29 settembre alcuni membri dell’associazione Romni Onlus parte del progetto “Rom e non Rom – insieme si può” hanno avuto l’onore di partecipare all’inaugurazione del Teatro Caos, sito in Casal Boccone e nato dopo anni di occupazione all’interno di un edificio in cui vivono 300 donne, uomini e bambini dal 2012.

L’inaugurazione è stata l’occasione, ancora una volta, per cementare il sodalizio che in questi mesi il progetto “Rom e non Rom – Insieme si può” è riuscito a creare nel contrasto della discriminazione e delle disuguaglianze. Ancora una volta ci siamo ritrovati uniti per combattere la disuguaglianza di tutti i tipi: rom, non rom, migranti, italiani, non italiani. Come movimento “Rom e non Rom – insieme si può” non possiamo che approvare un’iniziativa del genere e augurarci che ve ne siano sempre di più, a Roma, in Italia e nel mondo.

eventi

Il 28 Agosto in piazza San Babila si è radunata la Milano anti-sovranista e pro-accoglienza sotto la sigla “Europa Senza Muri”: Oltre 10.000 le persone che si sono presentate nel luogo del presidio, a poche centinaia di metri dalla prefettura dove era in corso l’incontro fra il ministro dell’Interno Matteo Salvini e il premier ungherese Viktor Orban.

eventi

2 Agosto 1944 – 2 Agosto 2018

Rom e Sinti in piazza Montecitorio

Il 2 agosto 2018 dalle 12 alle 17 Rom e Sinti saranno a Roma in piazza Montecitorio.Prima di tutto per ricordare gli ultimi 2.897, donne, uomini e bambini rom e sinti dello Zigeunerlager di Auschwitz-Birkenau uccisi nella notte del 2 agosto 1944 e commemorare con loro più di mezzo milione di nostri fratelli e sorelle morti nei campi di sterminio d’Europa.

Poi per affermare che commemorare oggi quella data significa ricordare, imparare e agire in una nuova situazione di difficoltà. Noi siamo figli e nipoti di quelle persone. Abbiamo imparato sulla nostra pelle che il razzismo non porta un futuro migliore nemmeno per i razzisti, porta solo la ripetizione di una storia atroce e devastante per tutti. Siamo determinati ad agire con tutte le nostre forze contro questa onda nera che ci riporta indietro, non soltanto per proteggere noi e i nostri figli, ma in difesa di tutti i cittadini, in difesa della nostra civiltà e della nostra democrazia.

In Europa, in questi ultimi tempi le nostre comunità vivono un rinnovato sentimento di preoccupazione e paura: in Ucraina, in Ungheria, in Slovacchia, in Romania movimenti razzisti e neonazisti attaccano le nostre comunità, bruciano le nostre abitazioni e, come in Ungheria e Ucraina, uccidono. In Italia un sentimento di odio e discriminazione a lungo coltivato si concretizza da parte del nuovo governo in minacce di censimento etnico e di espulsione di rom e sinti non italiani. Che poi a questi ultimi si dica che “purtroppo” non saranno cacciati non riduce certo la preoccupazione di una comunità che ha una storia di discriminazione e persecuzione plurisecolare e che proprio in questo periodo subisce atti di violenza grandi e piccoli di cui basta ricordare la piccola Cirasela, colpita alla schiena pochi giorni fa da uno dei vigliacchi che sparano a chi non gli piace perché nero o perché “zingaro”.

Infine, per dire al nuovo governo, al quale abbiamo chiesto per ora inutilmente un incontro, che non sarà a colpi di censimento o di ruspa che si risolvono i problemi e che noi continuiamo a essere assolutamente determinati ad assumerci la nostra parte di responsabilità nella ricerca di soluzioni a vantaggio dell’Italia e dei suoi cittadini di origine Rom e Sinti.

Per dire che rabbia e rancore verso chi è più debole non hanno mai risolto né risolverà le difficoltà. Per anni i governi non hanno svolto le azioni necessarie per risolvere i problemi reali che ci affliggono e abbiamo visto spendere il denaro dei contribuenti italiani ed europei con un approccio rivolto all’assistenza e a internarci nei campi, una soluzione inefficace, che ha prodotto più degrado e emarginazione, ma fino ad ora non abbiamo ricevuto alternative credibili.

Per tutto questo rinnoviamo la richiesta al governo di condividere la nostra determinazione di affrontare i problemi insieme non contro di noi per lavorare per un vero cambiamento che faccia sì che le persone non sentano paura e rabbia, ma coraggio e speranza.

Per tutto questo il 2 agosto saremo a Roma in piazza Montecitorio invitando cittadini, artisti, intellettuali, forze politiche e sociali a portare un segno di solidarietà a una battaglia che non è solo nostra ma di tutti coloro che vogliono per Rom e Sinti e per tutti gli italiani una vita migliore.

Dijana Pavlovic, Alleanza Romanì; Santino Spinelli, Associazione nazionale Them Romanò onlus; Nazzareno Guarnieri, Fondazione Romanì; FederArteRom; Radames Gabrielli, Associazione Nevo Drom; Fabio Suffrè,  Associazione Sucar Drom; Ernesto Grandini, Associazione Sinti italiani di Prato; Samir Alija, Associazione New Romalen; Demir Mustafà, Associazione Amalipe Romanò;  Concetta Sarachella, Associazione Rom in Progress; Aldo Levak, Associazione Romanò Glaso; Daniela De Rentis, Accademia d’arte romanì; Gennaro Spinelli, Associazione Futurom; Paolo; Saska Jovanovic, Associazione Romni onlus; Cagna Ninchi, Associazione Upre Roma; Giulia Di Rocco, Associazione Amici di Zefferino, Associazione Romani Kriss; Remzija Chuna, Associazione Rowni-Roma women network Italy; Ion Dumitru, Associazione Rom e Romnia Europa, Marco Brazzoduro, Associazione Cittadinanza e Minoranze

Per info: 3288135922

eventi

CROWFUNDING

+ L I L   +Libri In Libertà

La storia dei rom è una storia che riguarda tutti. Per non barricarci più dietro i Noi contro i Loro, per decostruire stereotipi e pregiudizi, per iniziare ad accorciare le distanze e conoscere maggiormente chi vive e condivide insieme a noi la quotidianità abbiamo ideato questo crowdfunding in seno al progetto Movimento Rom e non-Rom, Insieme si può!

La creazione dello scaffale interculturale ha un doppio obiettivo:

  1. è finalizzato alla conoscenza della storia e delle culture rom, alle visioni che di esse hanno scrittori e artisti e all’approfondimento di tematiche di attualità. La particolare attenzione dedicata alla scelta di testi e materiali vuole contribuire a fornire, attraverso la lettura, un’opportunità di scambio e di reciproco arricchimento tra culture;
  2. è finalizzato alla raccolta di audio-interviste, tipo s torie di vita, che ancora non sono state scritte ma che possono diventare patrimonio collettivo, attraverso l’incontro e una scrittura partecipata. L’obiettivo è quello di scrivere per non dimenticare, trattenere e mettere in evidenza le relazioni tra mondo rom e mondo gagè.

La raccolta fondi è dunque destinata ad avviare l’allestimento di uno scaffale nelle città aderenti al progetto con due azioni:

– l’acquisto di 12 testi (con vari approcci narrativi e disciplinari, di cui vi diamo qui sotto una prima selezione);

– il finanziamento di 12 video-interviste (da fare ad informatori privilegiati quali testimoni sopravvissuti all’olocausto o persone anziane, portatori di memorie a rischio).

 

Aiutaci ad acquistare, donare, conoscere e diffondere…

 

Senza titolo

lid

 

 

 

eventi

IMG-20180528-WA0003.jpg

L’Opera Nomadi Milano e Sesta Opera San Fedele , in collaborazione con Romni Onlus ed il Museo del Viaggio “Fabrizio De Andrè” promuove: “Incontro e dialoghi con la cultura Rom”, presso il campo Comunale di via Impastato 7 a Milano.

L’iniziativa è l’occasione per conoscere, discutere e approfondire gli elementi caratterizzanti la dimensione culturale e sociale delle popolazioni romanì sul territorio milanese e il controverso rapporto con le politiche pubbliche, “esplorando” con lo sguardo, le proprie emozioni, l’incontro con gli abitanti uno dei tanti luoghi e modi di vita delle comunità rom e sinte.

L’evento offrirà inoltre l’occasione per rendere omaggio a Goffredo “Mirko” Bezzecchi, Rom Harvato insignito dal Senato della Repubblica della Targa d’Argento per ricordare le tante vittime della persecuzione razziale nazi – fascista nei confronti delle comunità zigane in Italia e nell’Europa occupata.

L’insediamento può essere raggiunto in auto, parcheggiando all’interno in prossimità dell’area “Museo del Viaggio”, oppure a piedi, 10 minuti circa dalla fermata della MM3 San Donato.

In caso siate interessati a partecipare vi chiedo di inviarmi una mail di conferma.

Cordiali saluti.

Giorgio Bezzecchi

 
Romano Drom
Coop.Soc. A r.l.
c/o Museo del viaggio “Fabrizio De Andrè”
 
m.+39 3384380338
news

Nella giornata del 25 aprile siamo nelle strade di Tor Sapienza al fianco del Centro culturale Michele Testa e del Centro culturale municipale Giorgio Morandi per affermare che l’antifascismo è ancora un valore del quartiere e si riconnette a nuove lotte, nuove resistenze.

31301688_10211841503260794_7921232025376260096_n31318411_10211841503700805_55182830740701184_n

eventi

L’Associazione RomniOnlus, in collaborazione con il Centro Culturale Michele Testa, in collaborazione con I Rom per il futuro (Romanò pala tetehara) e Rom e Romnia – Europa, con il sostegno dell’UNAR (Ufficio Nazionale Anti-discriminazioni Razziali, Presidenza Consiglio dei Ministri, Ministero Pari Opportunità)

annunciano la nascita del nuovo movimento nazionale

ROM E NON ROM INSIEME SI PUO’

presente a ROMA – TORINO – PAVIA – ISERNIA